Palazzo Fortuny

Palazzo Fortuny

Le collezioni

Le collezioni del museo

Le collezioni museali sono costituite da un ricco fondo di opere e materiali che ben rappresentano i diversi esiti della ricerca dell’artista: la pittura, la scultura, l’illuminotecnica, il teatro, la fotografia, il tessile e gli abiti. Numerose sono anche le opere d’arte ereditate dal padre, Mariano Fortuny Marsal, amorevolmente custodite sin dalla prematura scomparsa del pittore catalano. Inoltre nuove collezioni e fondi archivistici, frutto di donazioni, trasferimenti e lasciti di artisti e fotografi, hanno implementato il già consistente patrimonio artistico conservato.

Connotato sin dal 1978 come museo dedicato alla Fotografia, le attività espositive hanno inoltre esplorato il terreno delle arti applicate, della video art e dell’arte pura. Basti ricordare tra le mostre realizzate Immagini e materiali del laboratorio Fortuny nel 1978, Venezia ‘79. La Fotografia nel 1979, Robert Mapplethorpe: fotografie nel 1983, prima esposizione in Europa dedicata al fotografo statunitense, Il Nuotatore (va troppo spesso ad Heidelberg), video ambientazione dello Studio Azzurro del 1984, Watching water di Peter Greenaway del 1993 e più recentemente Artempo nel 2007, Infinitum nel 2009 e Tra.The edge of becoming nel 2011, tutte realizzate in collaborazione con la Fondazione Vervoordt.