Palazzo Fortuny

Palazzo Fortuny

ALBERTO ZORZI Unicum – Gioielli, Argenti 2000-2010

Progetto

Al primo piano nobile di Palazzo Fortuny, nello spazio dedicato alle collezioni, ai tessuti, ai dipinti e all’ineguagliabile atmosfera fortuniana, la grande vetrina-armadio del salone ospita
ALBERTO ZORZI UNICUM – GIOIELLI, ARGENTI 2000-2010
Ottanta opere uniche di Alberto Zorzi (Padova, 1958): gioielli-scultura (oro, argento, pietre preziose, pittura a olio, vetro), oltre a sei grandi argenti che a prima vista sembrano opere solo da osservare, mentre invece nascondono una funzione, “rivelandosi” vasi, portafrutta, centrotavola. Sono lavori dell’ultimo decennio, scelti espressamente dall’artista per porsi in relazione con il luogo, lo spazio, gli oggetti, gli abiti e i tessuti del museo.

A cura di Enrico Crispolti. Catalogo Allemandi
<*>
Alberto Zorzi
Nasce nel 1958 a Santa Giustina in Colle, Padova.
Nel 1976 consegue il diploma di Maestro d’Arte e nel 1978 il diploma di maturità d’Arte Applicata sempre all’Istituto Statale d’Arte – Liceo Artistico Pietro Selvatico di Padova.
Nel 1983 si laurea in Storia dell’Arte all’Università di Padova e dal 1987 è docente in Arte dell’Oreficeria e della Lavorazione delle Pietre dure e delle Gemme all’Istituto Statale d’Arte Pietro Selvatico di Padova.
Tra il 1991 e il 1993 insegna Progettazione di Oreficeria all’Istituto Europeo di Design, Dipartimento del Gioiello a Milano e dal 1994 al 2009 è Professore di Progettazione del Gioiello e Storia delle Tecniche Artistiche per il Corso di Laurea in Cultura e Stilismo della Moda della Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università degli Studi di Firenze. Per la stessa Università ricopre il ruolo di coordinatore del corso di Oreficeria nel Corso di Laurea in Cultura e Stilismo della Moda tra il 2000 e il 2006.
Dal 1998 è Professore di Oreficeria, Modellistica e Micromosaico all’Accademia di Belle Arti di Ravenna.
Ampia e articolata, fin dagli anni Ottanta, l’attività espositiva, con numerose mostre personali in Italia e all’estero; sue opere sono presenti in Musei e collezioni pubbliche in Italia, in Europa e negli Stati uniti.